• Mer. Giu 29th, 2022

San Cleopa

DiMaria Catena

Dic 13, 2021

Dalle poche notizie che riceviamo dai Vangeli di Luca (24,13-33) e di Giovanni (19,25), il primo riguarda i racconti delle apparizioni del Risorto ai suoi discepoli e il secondo ci narra della crocifissione, apprendiamo che Clèopa (o Cleofe o Clopa, tutti nomi appartenenti alla stessa persona, derivanti dal nome ebraico Halphai), è il padre di tre apostoli: Giacomo il Minore, Giuda e Simone, e di Giuseppe, fratelli, cioè cugini, del Signore. È anche lo sposo di Maria, sorella, in senso più o meno proprio, della Madre di Gesù, presente insieme a lei, alle altre pie donne e al discepolo amato ai piedi della Croce.

Lo storico palestinese Egesippo afferma che Clèopa è anche fratello di S. Giuseppe e secondo i padri della Chiesa, Eusebio e Girolamo, fu originario di Emmaus e qui venne trucidato a testimonianza della sua fede. Testimone diretto della Resurrezione di Cristo, in cammino verso casa con un altro discepolo, oppure discepola – avrebbe potuto essere la moglie Maria la compagna di viaggio con la quale faceva rientro – delusi entrambi mentre ritornavano alla loro vecchia vita, lungo la strada vengono accostati dal Signore, al momento irriconoscibile ai loro occhi. Lungo il cammino quel dialogo e poi il gesto dello spezzare il pane, per entrambi diventano l’esperienza illuminante e incoraggiante dell’adesione piena alla fede pasquale. Il Martirologio Romano ha inserito il suo nome il 25 settembre e ne conferma il martirio avvenuto per mano dei Giudei.

Maria Catena

Docente di Liturgia, scrive per Theofilos, la rivista della Scuola Teologica di Base “San Luca Evangelista” dell’Arcidiocesi di Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.