• Mar. Gen 31st, 2023

GMG 2023, i giovani verso Lisbona per “alzarsi”

DiCatalin Dioguardi

Gen 10, 2023

La Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) è l’incontro dei giovani provenienti da tutte le diocesi del mondo con il Santo Padre; cioè con il Padre e Pastore della Chiesa Universale che in seno a questa giornata riunisce tutti i giovani pieni di speranza e pronti ad ascoltare le linee guida che il Papa darà loro. Si tratta di un vero e proprio pellegrinaggio e di una celebrazione della gioventù cristiana che è espressione della Chiesa universale che si unisce in un momento intenso di evangelizzazione per il mondo giovanile. Nonostante la sua identità cattolica sia ben evidente, la GMG apre le sue porte a tutti, non importa quanto vicini o lontani dalla Chiesa essi siano. Secondo molti, è la più bella invenzione di Papa Giovanni Paolo II che nel 1985 scrisse un’Esortazione Apostolica ai giovani di tutto il mondo e il 20 dicembre annunciò l’istituzione della Giornata Mondiale della Gioventù.

Anche i suoi successori hanno accolto e supportato la GMG segnandola con la loro presenza in ogni sua edizione. Nel 2005, pochi mesi dopo la sua elezione a Papa, Benedetto XVI ha partecipato all’incontro di Colonia, in Germania, suo paese d’origine. Successivamente ha partecipato all’evento a Sidney, in Australia, nel 2008 e anche a Madrid, in Spagna, nel 2011. Nel 2013, il primo viaggio apostolico di Papa Francesco fuori dall’Italia lo ha portato a Rio de Janeiro, in Brasile, per partecipare alla GMG. Ha preso parte anche all’edizione di Cracovia in Polonia e, più recentemente, ha presieduto la GMG 2019 a Panama City, Panama.

I giovani carichi di fede sono pronti a ripartire con Lisbona, proprio quest’anno nel 2023, con l’auspicio di essere i protagonisti e i veri imploratori di pace, giustizia e rafforzamento della fede che testimonieranno.

Dal 1° al 6 agosto 2023 a Lisbona, in Portogallo, si terrà la XXXVIII Giornata mondiale della gioventù, annunciata da Papa Francesco il 27 gennaio 2019 al termine della Gmg di Panama e poi slittata di un anno a causa dell’emergenza coronavirus. Si tratta quindi di un evento che suscita molta attesa nei giovani, e l’interesse è forte anche in tutte le diocesi come la nostra.

Alzarsi è il tema centrale di questa GMG che vedrà i giovani incentrarsi proprio sul verbo alzarsi, un tema che il Santo Padre ha consegnato ai giovani nel suo messaggio in occasione della XXXVII Giornata Mondiale della Gioventù, che sarà celebrata nelle Chiese particolari il prossimo 20 novembre 2022 e a livello internazionale a Lisbona dal 1 al 6 di agosto 2023. Tematica basata su un motto evangelico ben preciso che è quello dell’evangelista Luca “Maria si alzò e andò in fretta” (Lc 1,39).

Il Messaggio del Papa è un invito rivolto a tutti giovani a partecipare alla prossima XXXVII Giornata Mondiale della Gioventù, che – come scrive il Santo Padre – sarà un momento per ritrovare insieme “la gioia dell’abbraccio fraterno tra i popoli e tra le generazioni, l’abbraccio della riconciliazione e della pace, l’abbraccio di una nuova fraternità missionaria”. In seguito al rinvio di un anno, causato dal covid-19 questa GMG è stata celebrata in due momenti ben distinti: il primo nella Solennità di Cristo Re, il 20 novembre 2022, con celebrazioni nelle Chiese particolari di tutto il mondo e, successivamente, a livello internazionale a Lisbona nell’agosto 2023 che ha anche un suo inno “Há Pressa no Ar” che si ispira al tema centrale su cui essa ruota e quindi si sviluppa attorno al “sì” di Maria e alla sua fretta di incontrare la cugina Isabel, come racconta il brano biblico. Anche un logo identificherà la GMG ha come elemento centrale la Croce che va intesa come “segno dell’amore infinito di Dio per l’umanità, è l’elemento centrale da cui tutto nasce”. Il rosario e la figura di Maria (ritratta nella sua giovinezza) che è stata capace di Alzarsi e qui c’è un invito ai giovani di rinnovare “il vigore interiore, i sogni, l’entusiasmo, la speranza e la generosità”. La scelta del rosario celebra la spiritualità del popolo portoghese nella sua devozione alla Madonna di Fatima. Esistono i servizi di Pastorale Giovanile che sono preposti a delucidarvi il tutto e a raccogliere le vostre adesioni per quest’avventura di vera fede e rinascita che ci faranno Alzare e andare ad annunziare la nostra fede.

Puoi ricevere le notifiche degli articoli di PORTA DI SERVIZIO iscrivendoti gratuitamente nel nostro gruppo Telegram, qui t.me/portadiservizio

Catalin Dioguardi

Dottore in Giurisprudenza. Tutor presso la Lumsa Università, catechista e volontario in diverse associazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *