• Mer. Ago 17th, 2022

Chi è capace di ridere ha una duplice responsabilità: se stesso e l’altro!

DiMichelangelo Nasca

Lug 8, 2022

Il famosissimo medico psichiatra e neurologo austriaco Sigmund Freud (1856-1939) diceva che «L’umorismo è il più eminente meccanismo di difesa», mentre, sempre a tal proposito, lo scrittore russo FëdorDostoevskij (1821-1881) affermava: «Si conosce un uomo dal modo in cui ride».

Certamente la capacità di ridere è una delle terapie migliori per riconquistare la gioia di sentirsi “vivi dentro” e di riprendere a camminare anche dopo una sonora batosta (gentilmente offerta dagli innumerevoli drammi della vita, o da qualche nostro “simpatizzante”!). Un sorriso, uno sguardo d’amicizia può sempre catturare la nostra attenzione e restituire una nuova speranza a chi cerca faticosamente di riemergere dalle macerie dalle quali è stato travolto.

Nel film di Andrej Tarkovskij dedicato ad Andrej Rublev, il grande iconografo russo del XV secolo, c’è una scena significativa che fa al caso nostro. Andrej Rublev – nel film – si rivolge all’altro grande iconografo Teofane il Greco, e gli dice: «Lo sai anche tu, certi giorni non ti riesce nulla, oppure sei stanco, sfinito, e niente ti dà sollievo, e all’improvviso nella folla incontri uno sguardo semplice, uno sguardo umano ed è come se avessi ricevuto la comunione e subito tutto è più facile…».

Chi è capace di ridere ha così una duplice responsabilità: se stesso e l’altro!

Dio benedica tutte quelle persone che, in un modo o in un altro, ci hanno regalato l’opportunità di “non morire dentro”, lasciando nel nostro cuore la misteriosa traccia della presenza di Dio. Il grande comico inglese Charlie Chaplin (1889-1977) diceva che «Un giorno senza un sorriso è un giorno perso».

La saggezza popolare è solita affermare che quando i neonati ridono è perché vedono Dio! Certamente non siamo di fronte ad un dogma di fede, ma quant’è bello poterlo credere davvero!

Puoi ricevere le notifiche degli articoli di PORTA DI SERVIZIO iscrivendoti gratuitamente nel nostro gruppo Telegram, qui t.me/portadiservizio

Michelangelo Nasca

Giornalista vaticanista, docente di Teologia Dogmatica. È presidente dell’emittente radiofonica dell’Arcidiocesi di Palermo, “Radio Spazio Noi”, e dell’Unione Cattolica Stampa Italiana (UCSI), sezione di Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.